Non solo wurstel per Scarlino. Presto al via la produzione di prosciutti cotti

Taurisano (Le) – Una nuova avventura produttiva per Scarlino. L’azienda pugliese, specializzata nell’offerta di wurstel, è pronta a entrare nel mercato dei prosciutti cotti, grazie all’insediamento di una linea produttiva nello stabilimento di Ugento, in provincia di Lecce. Un’iniziativa ambiziosa che ha come obiettivo l’inserimento del brand Scarlino in un segmento di mercato totalmente nuovo e l’avvio di una politica di nuove assunzioni. Secondo quanto riportato in una nota diffusa dall’azienda, il progetto è già a buon punto: dopo l’acquisto dei macchinari, è già in atto la loro sistemazione e, collaudi e prove permettendo, nel mese di febbraio si avvierà la produzione, per arrivare a pieno regime nella seconda metà del 2016. Si tratta di un investimento complessivo importante, che dovrebbe superare i 3,5 milioni di euro. “Diamo nuova vitalità al nostro vecchio impianto con un prodotto, anzi una linea di prodotti, interamente figlia del made in Italy, soprattutto come cultura produttiva e abitudini alimentari”, afferma l’amministratore unico dell’azienda Attilio Scarlino (nella foto). “L’interesse del mercato verso il prosciutto cotto è stato quasi sempre costante, sia in Italia che in Europa. Per questo motivo ritengo che una linea di prosciutti cotti a marchio Scarlino contribuirà a un reale rilancio del nostro brand e ad un concreto sviluppo del nostro piano industriale”.