Osservatorio economico dei vini effervescenti: il Prosecco traina l’export nei primi sei mesi 2016

Roma – Resi noti dall’Ansa i dati dell’Osservatorio economico dei vini effervescenti relativi all’export di vino italiano nel primo semestre 2016. A valore, superata quota 2,5 miliardi di euro. Merito in particolare del “fenomeno Prosecco”, tanto in versione Doc quanto Docg, che continua a sviluppare performance importanti oltreconfine: +12% nei volumi, per 124 milioni di bottiglie, con ordini continui nell’arco dei sei mesi provenienti soprattutto da Usa, Gran Bretagna, Giappone e Francia. Le bollicine traino il comparto, mentre calano a valore tanto vini tranquilli quanto quelli sfusi, per quasi 90mila ettolitri in meno rispetto al 2015. A riguardo, Giampietro Comolli, numero uno di Ovse, evidenzia: “C’è bisogno di capire i diversi mercati e paesi, dare al vino una nuova veste, fare azioni di lungo periodo, impostare una strategia macroeconomica e di promozione concentrata e mirata”. Mentre in merito alla situazione dei consumi sul mercato interno, il responsabile Ovse sottolinea: “Il 2016 può portare a una soglia sotto i 30 litri pro capite di consumo annuo. Urge ancor più una politica di conoscenza e di cultura su come, dove, quando e perché consumare il vino, concordata e integrata al modo di vivere, al benessere e buon gusto, senza puntare solo sul prezzo e promozioni”.