Pac/Regione Lombardia: per l’assessore all’Agricoltura, Giuseppe Elias, “miopi” i tagli al bilancio

Milano – “Le notizie provenienti da Bruxelles rispetto al possibile taglio del bilancio agricolo di 25 miliardi di euro sono allarmanti. La proposta di Van Rompuy è inaccettabile ed evidenzia l’assoluta miopia di certi ambienti politici comunitari”. Sono le parole dell’assessore all’Agricoltura Giuseppe Elias (foto) in merito alla proposta del presidente del consiglio europeo, Herman Van Rompuy, di tagli al budget 2014-2020 dell’Unione europea. “La politica agricola è stata da sempre il punto di congiunzione della Comunità europea. I temi agricoli – ha proseguito l’assessore – sono stati infatti il terreno sul quale è si è cementata l’unione tra gli Stati membri. Demolire questo sistema in questo momento – ha aggiunto Elias – significa non aver compreso il valore economico, sociale e ambientale dell’agricoltura. Tutti gli indicatori evidenziano che le esigenze alimentari mondiali stanno crescendo in modo esponenziale e, continuando di questo passo, anche la ricca Europa rischia di dover affrontare seri problemi di approvvigionamento alimentare”. Elias si sofferma anche sulle ricadute in tema di agricoltura lombarda. “Un continente con quasi 400 milioni di abitanti deve invece poter contare su una agricoltura forte. La negoziazione sul futuro della nuova Pac anticipava già scenari preoccupanti e penalizzanti per l’agricoltura lombarda. Ora, con tagli di questa entità, si condanna senza appello il sistema agricolo nel suo complesso, e si colpisce al cuore dei sistemi produttivi più efficienti, a partire da quello lombardo”.

 

(AR)


ARTICOLI CORRELATI