Parmigiano reggiano: esportazioni cresciute del 10,1% nel primo bimestre del 2015

Reggio Emilia – Tra gennaio e febbraio, cresciute del 10,1% le esportazioni di parmigiano reggiano, grazie in particolare alle ottime performance di vendita negli Stati Uniti. Questo quanto si evidenzia dalle cifre rese note ieri dal Consorzio, che ha inoltre segnalato, nel mese di aprile, un calo sul versante produttivo dell’1,2%. Un dato, quest’ultimo, che ha portato il saldo quadrimestrale a -1,9%. In merito alle prospettive dell’anno, Giuseppe Alai, presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, individua proprio nelle esportazioni, associate alla regolazione dell’offerta, quelle che saranno le principali dinamiche di sviluppo. “L’aumento continuo delle quantità esportate rende evidente il fatto che in termini percentuali sarà difficile mantenere gli attuali ritmi, ma le nuove azioni avviate in Cina e in diversi Paesi dell’America Latina, unite agli incontri commerciali di cui siamo protagonisti nell’ambito di Expo, stanno già offrendo nuovi e incoraggianti segnali per il nostro prodotto”, il suo commento.