Pasta: Aidepi ricorre al Tar contro il decreto che impone l’origine del grano in etichetta

Roma – Aidepi contro il decreto che impone l’origine del grano in etichetta. L’Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane, lo scorso settembre ha presentato un ricorso al Tar del Lazio contro il decreto legge voluto dai ministri Carlo Calenda e Maurizio Martina. La norma in questione obbligherà i pastai italiani, da febbraio 2018, a indicare in etichetta l’origine del grano utilizzato per produrre la pasta. “Abbiamo preso questa decisione, spiega Riccardo Felicetti, presidente dei pastai di Aidepi, perché il decreto è fatto male: non informa correttamente il consumatore, rischia di far credere che ciò che conta per una pasta di qualità è l’origine del grano. E questo non è vero. Non incentiva gli agricoltori italiani a produrre grano di qualità. Riduce la nostra competitività all’estero perché introduce un obbligo che comporta costi aggiuntivi solo per noi e non per i nostri concorrenti”.