Presentata proposta di legge per la lotta all’obesità infantile

Torino – Niente più dolci e bibite zuccherate nelle scuole. Su La Repubblica di oggi si legge che gli assessori all’Agricoltura delle venti regioni italiane, riuniti ieri al Salone del Gusto di Torino, hanno approvato il protocollo che vieta la vendita ai minori, mediante distributori automatici nelle scuole e nei luoghi pubblici, di una lista di alimenti e bevande. I prodotti sono sconsigliati a causa di un elevato apporto complessivo di lipidi per porzione, grassi trans, oli vegetali, zuccheri semplici aggiunti, prodotti ad alto contenuto di sodio, nitriti e/o nitrati additivi, aggiunta di zuccheri semplici e dolcificanti, elevato contenuto di teina, caffeina, taurina e similari. Il provvedimento, spiega Giorgio Ferrero, assessore all’agricoltura del Piemonte, è stato preso “per tutelare la salute dei nostri ragazzi, iniziando a combattere le cattive abitudini alimentari e l’obesità infantile”. Il prossimo passaggio richiede l’approvazione della norma da parte della conferenza Stato-Regioni, infine dovrà essere il governo a tradurre in decreto, e poi in legge, il documento.