Prezzo del latte: destinati 12 milioni di euro ai pastori sardi

Cagliari – Andranno direttamente ai pastori sardi 12 dei 14 milioni che l’ultima finanziaria metteva a disposizione per l’acquisto di eccedenze di pecorino romano da destinare agli indigenti. A darne notizia è l’assessore regionale sardo all’Agricoltura, Pierluigi Caria. “Siamo consapevoli che non risolveremo il problema del calo del prezzo del latte, ma in questo momento di emergenza 12 milioni di euro possono dare un piccolo sollievo alle aziende. Ogni pastore riceverà circa quattro euro a capo dietro la presentazione di una certificazione delle produzioni di latte del 2016”. Il provvedimento è stato accolto con reazioni diverse. Soddisfatti i presidenti regionali di Confagricoltura, Luca Sanna, e Coldiretti, Battista Cualbu, mentre quello di Legacoop, Claudio Atzori, esprime forti perplessità: “Non è un provvedimento che viene incontro alle esigenze dei trasformatori e non incide sul prezzo del latte, è solo una risposta al mal di pancia dei produttori. Si cominci a vedere in quali settori le risorse stanziate hanno prodotto benefici, solo così potranno essere messi in campo interventi strutturali”.