Procede la riforma Ue sull’agricoltura biologica. Sì ai controlli, no ai limiti sui pesticidi

Bruxelles – Proseguono a Bruxelles i lavori per riformare le regole europee sull’agricoltura biologica e armonizzare gli standard fra Stati membri. Tra le misure previste dall’Europarlamento, l’istituzione di controlli lungo tutta la filiera per evitare frodi. Non viene invece stabilito un limite per la presenza di pesticidi, laddove in Italia è prevista una soglia minima. Per quanto riguarda le importazioni, l’Europarlamento stabilisce che il principio attuale dell’equivalenza delle regole con i Paesi terzi dovrà essere sostituito da quello della conformità. Per cui gli accordi che ancora non prevedono gli stessi standard – come quello con gli Usa – dovranno essere rivisti nel giro di cinque anni. Il prossimo passo sono i negoziati con Commissione e Consiglio Ue.