Sto Caricando il contenuto... la velocità dipende dalla connessione utilizzata!

Alimentando

Prosciutto di Norcia Igp: il piano di rilancio

Milano – E’ stato presentato oggi il progetto di valorizzazione del prosciutto di Norcia Igp, presso Palazzo Giureconsulti. Oltre al nuovo piano di marketing, il Consorzio ha lanciato anche una nuova veste grafica e un logo rinnovato. Del Consorzio fanno parte i comuni di Norcia, Preci, Cascia, Monteleone di Spoleto e Poggiodomo, che raccolgono 10 prosciuttifici, 100 unità lavorative e 315.038 prosciutti certificati dal marchio. Ha commentato il presidente, Pietro Bellini: “Il Consorzio ha raggiunto il traguardo delle 350mila cosce marchiate, ma l’obiettivo è raggiungere le 500mila entro due anni, per favorire una promozione continuativa che aggredisca i mercati. Attualmente la distribuzione del prodotto, che per poco meno del 60% avviene tramite Grande distribuzione, è concentrata in gran parte nel Centro Italia. Abbiamo segnali incoraggianti anche al Nord e al Centro Sud, aree dove dobbiamo incrementare la diffusione. Una mano solidale è arrivata dopo il terremoto, sia da parte di catene che di privati. In questa fase il Consorzio si sta strutturando, con una nuova sede amministrativa a Preci e una legale a Norcia. L’obiettivo 500mila cosce è fondamentale per dare stabilità al Consorzio. In veste di sindaco di Preci, confrontandomi quotidianamente con colleghi, posso dire che auspichiamo che il già consistente contributo di questo settore all’economia e al tessuto occupazionale locale possa crescere ulteriormente”.

In foto, da sinistra: Andrea Sisto (Landscape&FoodLab); Gino Emili (vice sindaco Cascia); Pietro Bellini (presidente Consorzio e sindaco Preci); Silvia Baratta (Gheusis); Massimiliano Brilli (Parco 3A)