Quote latte, la Corte di giustizia Ue condanna l’Italia per inadempienza

Lussemburgo – La Corte di giustizia dell’Unione europea ha condannato l’Italia per inadempienza sulle quote latte, dando ragione alla commissione europea. Secondo i giudici di Lussemburgo, infatti, il nostro Paese non ha rispettato gli obblighi derivanti dal diritto europeo, poiché non ha recuperato gli 1,3 miliardi di euro dai produttori responsabili del superamento delle quote latte, nel periodo 1995-2009. I giudici hanno precisato che si contesta all’Italia “il non avere predisposto, in un lungo arco temporale (oltre 12 anni), i mezzi legislativi ed amministrativi idonei ad assicurare il regolare recupero del prelievo supplementare dai produttori responsabili della sovrapproduzione”.