Regione Lombardia, Fava: “Pronti a sostenere operazioni di ritiro di grana e parmigiano per rilanciare il comparto”

Milano – “Regione Lombardia è pronta a sostenere la filiera lattiero casearia e i consorzi di tutela delle principali Dop in una maxi-operazione di ritiro di forme per l’aiuto agli indigenti. Ritengo che sia una delle strade da percorrere per sostenere le fasce più deboli della società e, allo stesso tempo, rilanciare un comparto che sta attraversando una grave crisi, aggravata dall’embargo russo e che rischia di diventare irreversibile”. Sono le parole dell’assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia, Gianni Fava (foto), che sollecita “una partecipazione all’operazione dei consorzi di tutela, delle regioni coinvolte nella produzione di grana padano e parmigiano reggiano e del ministero delle Politiche agricole”. E proprio a quest’ultimo, Fava ricorda che, nel 2009, “l’allora ministro delle Politiche agricole Luca Zaia si attivò per ritirare 200mila forme di grana padano e parmigiano reggiano, pagandole a prezzo di mercato e distribuendole agli indigenti attraverso la rete di onlus. Credo che il ministro Martina dovrebbe seguire le stesse orme e pianificare, insieme a Bruxelles, una strategia per il ritiro massiccio di forme”.