Russia, il gruppo Damate investe 230 milioni di euro per raddoppiare la produzione di tacchino

Penza (Russia) – Il gruppo Damate, il più grande produttore di carni di tacchino della Federazione Russa, ha annunciato una serie di investimenti che raddoppieranno la produzione fino a 155.000 tonnellate l’anno. L’obiettivo dovrebbe essere raggiunto entro due anni e l’investimento stimato è di circa 15,5 miliardi di rubli (230 milioni di euro). Così come accaduto per progetti precedenti, il finanziamento viene fornito da Rosselkhozbank con un tasso agevolato del 5%. Grazie a questo programma di espansione, saranno ampliate sia le capacità di produzione di uova da cova sia quelle di allevamento. Sarà ammodernato l’impianto di trasformazione e saranno aggiunte nuove linee produttive. Infine, la capacità di stoccaggio del mangimificio arriverà a 100mila tonnellate, e l’azienda acquisterà più terreni. Damate si aspetta che questi investimenti stimoleranno la creazione di 2mila posti di lavoro. Attualmente l’azienda occupa 3.500 persone e ha interessi anche nell’industria casearia e nella zootecnia da latte.