Salone del gusto e Terra Madre insieme in un unico evento. Appuntamento a Torino dal 25 al 29 ottobre

Torino – “Cibi che cambiano il mondo” è lo slogan scelto da Slow Food per l’edizione 2012 del Salone del Gusto, in scena al Lingotto di Torino dal 25 al 29 ottobre. Lo slogan nasce anche dalla novità principale che caratterizza l’evento: per la prima volta, infatti, Salone del Gusto e Terra Madre saranno un’unica manifestazione. “Salone del Gusto e Terra Madre 2012 si pone come una grande narrazione collettiva, completamente aperta al pubblico (e gli incontri di Terra Madre lo sono per la prima volta). Si parte dal racconto delle persone e dei territori per gustare meglio, capire di più, incontrare e scambiare – ha affermato Carlin Petrini, durante la presentazione della manifestazione, in scena oggi al Lingotto-. La rete delle comunità del cibo si unisce all’incredibile patrimonio del Salone, fatto di produttori, cuochi, Laboratori del gusto, attività educative, Presìdi Slow Food, lo arricchisce e offre nuove opportunità ai visitatori, con tutti gli appuntamenti classici e un fitto programma di conferenze. Le storie dei protagonisti di Salone del gusto e Terra Madre 2012 ci raccontano di come si può cambiare il paradigma che regola questo mondo in crisi a partire dal cibo. E dimostrano che possiamo fare qualcosa di buono per la nostra salute, l’ambiente e il sistema produttivo senza rinunciare al piacere del cibo e alla convivialità, facendone anzi una bandiera da sventolare con orgoglio”. In termini numerici, si parla di 70mila mq di superficie, per più di 1000 espositori provenienti da oltri 100 paesi. 300 i Presidi Slow food rappresentati e 200 gli appuntamenti su prenotazione. E’ invece pari a 65 milioni di euro la ricaduta economica del Salone sull’economia del Torinese. Al Salone del gusto verrà presentata anche l’edizione “narrativa” dei prodotti dei presidi. (NC)