Sequestrate 30mila bottiglie di falso Brunello di Montalcino

Siena – Oltre 30mila bottiglie di falso Brunello di Montalcino, Chianti e altri Docg sono state sequestrate dai carabinieri del reparto operativo di Siena. Sequestrati anche ettolitri di vino sfuso pronto per essere imbottigliato, etichettato e contrassegnato i sigilli di stato e quindi commercializzato in Italia ed all’estero a un prezzo prezzi dieci volte superiore, per un danno al settore vitivinicolo italiano calcolato in centinaia di migliaia di euro. Le perquisizioni dei carabinieri, tuttora in corso in Toscana e in altre regioni del centro-nord, hanno riguardato cantine, centri d’imbottigliamento, supermercati ed enoteche. Alcune persone risultano indagate, ma per il momento non vi è alcun coinvolgimento da parte dei produttori di Brunello e delle aziende di Montalcino che, anzi, potrebbero essere parte lesa.