Testa a testa tra Parmalat e Centrale del latte di Torino nella corsa per la privatizzazione di Mukki

Firenze – Secondo quanto riporta l’edizione odierna de Il Sole 24 Ore, sarebbe pronto un testa a testa tra Parmalat e Centrale del latte di Torino nella corsa per la privatizzazione di Mukki, compagine societaria che controlla la Centrale del latte di Firenze, Pistoia e Livorno. E nella gara a due, indiscrezioni citano il possibile prossimo inserimento di un outsider cinese, non ancora ben identificato. Mukki, che ha un fatturato annuale di circa 87 milioni di euro, ha tra i suoi principali azionisti il Comune di Firenze, che detiene quasi il 43% della società, e Fidi Toscana, col 23%. La partita si giocherà, come riferisce il quotidiano milanese, sulla diversità delle offerte presentate dai contendenti. Parmalat, controllata dai francesi di Lactalis, avrebbe avanzato una proposta di acquisizione classica. Al contrario, la Centrale del latte di Torino punterebbe a una fusione con Mukki, all’interno di un’operazione di scambio di azioni. La palla passa ora agli azionisti di riferimento, schierati su fronti opposti, per via delle differenti esigenze finanziare, sulla proposta di vendita da privilegiare