Tutti i compensi di Ettore Prandini, presidente di Coldiretti Brescia, nel 2014

Lonato del Garda (Bs) – Grazie a una segnalazione sul sito agricolae.it, si viene a conoscenza della situazione reddituale, patrimoniale e delle cariche sociali di Ettore Prandini (foto) nel 2014. Si scopre così che il presidente e consigliere di Coldiretti Lombardia, nonché presidente di Coldiretti Brescia, nonché membro di Giunta della confederazione nazionale Coldiretti ha portato a casa, in quell’anno, 354.930 euro. Come recita il documento presentato al comune di Lonato del Garda (clicca qui per leggere il documento), Prandini è proprietario di due fabbricati a Roma. Possiede inoltre molte partecipazioni azionarie. Tre in società agricole: Prandini Ettore e Giovanna Lonato del Garda (50%), Agricola Quadrifoglio Srl (50%), Agrialexa Srl (40%). Due, molto minori, in Prandini Treccani assicurazioni (2%) e in Prince Srl (5%). Ma è sui compensi per le “funzioni di amministratore o sindaco di società o altro” che emergono dati interessanti. Ovvero prende: come presidente di Coldiretti Brescia 43.547,87 euro; come presidente e consigliere di Caa Coldiretti Lombardia Srl 43.559,16 euro; come membro di giunta della Confederazione Nazionale Coldiretti Roma la bellezza di 237.657,68 euro. Insomma, solo dall’organizzazione agricola, Ettore Prandini ha ricevuto, nel 2014, 324.764,71 euro. Una cifra considerevole a cui si aggiungono “noccioline”: 926 euro come consigliere del Consorzio Agrario Nord Est di Verona, 15.059 euro come assessore del comune di Lonato del Garda, 14.232 euro come presidente dell’Istituto Sperimentale Spallanzani.