Ucimu: produzione macchinari a +6,7% nel 2017

Milano – A fine anno toccherà quota 5,92 miliardi di euro, in crescita di 6,7 puniti percentuali, il valore generato dalla produzione di macchinari utensili. A sottolinearlo è Ucimu, l’Associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, nel corso dell’assemblea annuale dei soci. Risultati che confermano un trend positivo già registrato nel 2016, quando il valore della produzione è salito del 6,4% a 5,55 milioni (+25,7% a 2,3 miliardi le consegne sul mercato domestico; -4% a 3,52 miliardi le vendite all’estero). Nell’anno in corso, invece, il mercato domestico salirà del 12% a 2,57 miliardi e le esportazioni sono previste in crescita del 3% a 3,35 miliardi. Bene il primo semestre del 2017, con ordini in crescita del 9,9% (+24,8% Italia e +5,6% estero). “In un contesto di generale arretramento dell’industria mondiale di settore, l’Italia ha mostrato di avere fiato e gambe per crescere e crescere ancora”, commenta Massimo Carboniero (foto), presidente di Ucimu, che ha espresso la necessità di prolungare ulteriormente le misure del Piano Industria 4.0 poiché il rilancio della competitività delle Pmi manifatturiere è “appena avviato e occorre tempo perché esse recepiscano i provvedimenti e avviino i piani di investimento”.