Un 2016 da record per Zonin1821: incrementi per i principali indicatori economici e patrimoniali

Gambellara (Vi) – Zonin1821, azienda vitivinicola oggi guidata da Domenico, Francesco e Michele Zonin, archivia un 2016 da record. Registrato nell’esercizio dello scorso anno un valore della produzione consolidato in incremento del 3,7% sul 2015, a 193,3 milioni di euro, conseguito per l’86% all’estero e per il 14% sul mercato nazionale. In forte crescita la marginalità e gli utili: l’Ebitda passa dagli 11,26 milioni di euro dell’esercizio 2015 (6% sul valore della produzione) a 14,36 milioni nel 2016 (7,4% sul valore della produzione), mentre l’Ebit da 6,66 milioni di euro del 2015 (3,6% sul valore della produzione) a 10,68 milioni nel 2016 (5,5% sul valore della produzione), con l’utile di pertinenza del Gruppo che sale da 641 mila euro a 5,1 milioni. Risultati, quest’ultimi, più che positivi, che fanno segnare nuovi massimi per l’azienda della famiglia Zonin: merito anche del contributo delle controllate estere Zonin1821 Usa (ricavi 2016 a 64 milioni di dollari), Zonin1821 Uk (39,2 milioni di sterline), Zonin1821 China (8 milioni di yuan) e Barboursville Vineyards (7 milioni di dollari). A livello civilistico, Casa Vinicola Zonin S.p.A. (che comprende tutte le attività italiane di Zonin1821) ha fatto registrare nel 2016 un valore della produzione pari a 151,64 milioni di euro, in crescita del 3,2% rispetto ai 146,99 milioni del 2015, con un utile di 3,8 milioni di euro rispetto agli 1,7 milioni conseguiti nel corso del 2015. Testimoni dello stato di salute dell’azienda anche i dati a livello patrimoniale: con il patrimonio netto che sale a 56,3 milioni di euro rispetto ai 50,6 milioni a fine 2015. “Continua il trend di crescita positivo della nostra azienda, che ha visto raddoppiare il fatturato negli ultimi sei anni”, sottolinea Massimo Tuzzi, amministratore delegato di Zonin1821. “I dati più evidenti di quest’anno sono la crescita della marginalità e il consolidamento dei coefficienti patrimoniali, che confermano la solidità di Zonin1821. Confidiamo di raggiungere in tempi brevi tutti gli obiettivi che ci siamo posti nel piano industriale triennale, che vede come target di fatturato al 2018 un valore della produzione di 235 milioni di euro”.