Vertenza Perugina: proposto un piano per scongiurare gli esuberi

Roma – Annunciato il piano di Nestlé per scongiurare gli esuberi nello stabilimento Perugina a San Sisto. L’incontro di ieri al Mise ha permesso di conoscere nel dettaglio le intenzioni della multinazionale. Part time per 150 lavoratori, 80 ricollocazioni esterne in aziende del territorio (oltre alle 54 uscite già concordate) e tre ricollocazioni in altre sedi del gruppo. L’azienda si è anche dichiarata disponibile a valutare percorsi di accompagnamento alla pensione. I sindacati hanno chiesto di approfondire ulteriormente le proposte e insistito sull’attivazione di altri 12 mesi di ammortizzatori sociali, a partire dalla fine di giugno 2018 (scadenza dell’accordo in essere). Inoltre, hanno convocato le assemblee di fabbrica per martedì 23 gennaio, mentre il tavolo ministeriale è stato fissato per il 15 febbraio.