Ziliani (Berlucchi) e la lezione ai figli: “Chi possiede un’azienda l’amministra con più attenzione”

Milano – In una lunga intervista rilasciata a Luciano Ferraro sull’inserto L’Economia del Corriere della Sera, pubblicata il 25 settembre, Franco Ziliani, presidente della Guido Berlucchi, racconta i motivi dietro al passaggio di mano di una tra le aziende simbolo della Franciacorta ai figli Paolo, Cristina e Arturo. “Perché quando si possiede un’azienda la si amministra con più attenzione”, sottolinea Ziliani, rispondendo alla domanda sul perché avesse voluto che i figli si indebitassero per acquistare la cantina dove lavorano da decenni. “Ora controllano ogni spesa”. Poi, ripercorrendo il cammino che ha portato alla nascita dei suoi Franciacorta, Ziliani sottolinea: “Nel 1970 Berlucchi vendeva 120mila bottiglie, nel 1980 un milione. Eravamo tre soci, Berlucchi, l’assicuratore Giorgio Lanciani e io. Ora vendiamo 4,2 milioni di bottiglie”. E conclude condividendo la ricetta del suo successo, che è poi quanto ha cercato di trasmettere ai figli: “Primo, che l’azienda è importante e che non si costruisce solo con una generazione. Secondo, a controllare i conti e poi investire. […] Gli imprenditori della mia età conoscono il risparmio più di quelli attuali. Spero di aver insegnato ai figli a essere grandi nelle piccole cose”.

 

In foto: da sinistra, Cristina, Franco, Arturo e Paolo Ziliani.