Cresce del 9% il fatturato di Crai nel 2016

Segrate (Mi) – Fatturato in crescita di oltre il 9% su base annua, 262 nuove aperture nel canale food, 66 nuove aperture nel canale drug. Questo il bilancio 2016 di Crai, che consolida la propria presenza nei due canali in cui opera, con una quota che ha raggiunto il 2,49% nel food e il 26,03% nel drug. Da sottolineare la quota nel canale di prossimità (11,83%), in cui Crai è l’insegna che cresce più velocemente. Numerosi i progetti di espansione: l’acquisizione del marchio Pellicano; l’accordo con la società francese Geimex per la costituzione della società Leader Price Italia, che consente al gruppo italiano di fare il suo ingresso nel mondo del discount; la nuova partnership con il Consorzio Coralis. Tra i diversi progetti anche il potenziamento degli investimenti strategici grazie all’accordo con Dunnhumby, società di servizi di analisi dei consumatori, per la gestione delle attività di Crm; i servizi finanziari offerti dalla centrale a supporto dei punti vendita attraverso Crai Fidi, su tutti l’azzeramento del costo degli interessi per i finanziamenti; il lancio e consolidamento della nuova Linea Crai Bio. Nel 2017 è in programma un ulteriore rafforzamento della presenza di linee salutistiche a marchio Crai. “Siamo orgogliosi di archiviare un altro anno di crescita e successi”, ha commentato Marco Bordoli, Ad di Crai Secom.


ARTICOLI CORRELATI