Amazon Italia: archiviata l’inchiesta per evasione fiscale

Milano – I giudici della procura di Milano hanno archiviato il caso delle omesse dichiarazioni dei redditi da parte di Amazon Italia. Secondo Reuters, infatti, la cifra evasa dal colosso sarebbe al di sotto dei limiti di punibilità imposti dalla legge, ovvero 30mila euro l’anno. Il caso riguardava alcune omesse dichiarazioni avvenute tra il 2011 e il 2015, quando il marketplace avrebbe presentato dichiarazioni fiscali inferiori rispetto alla realtà, ma non abbastanza da essere rilevanti a livello penale. Nel 2017 Amazon era già finito al centro di accertamenti da parte dell’Agenzia delle entrate per aver registrato in Lussemburgo gli utili prodotti in Italia. Aveva poi concordato il versamento di 100 milioni di euro allo Stato per chiudere il contenzioso. L’inchiesta era però rimasta aperta riguardo alla possibilità di perseguire penalmente la società per la presenza in Italia di ‘una stabile organizzazione’ occulta.