Amazon Prime lancia la consegna in giornata a Milano. Intanto crescono le tariffe negli Usa

Seattle (Usa) – Un nuovo servizio, chiamato ‘Consegna oggi’, che consiste nella possibilità di vedersi recapitare la merce in giornata per gli acquisti effettuati dal lunedì al venerdì. È quanto ha inaugurato Amazon Prime, limitatamente ad alcuni codici di avviamento postale di Milano, con ordini superiori ai 29 euro e completati non oltre le ore 13. Il costo per gli abbonati a Prime (che in Italia ammonta a 36 euro l’anno) è di 6,99 euro, mentre agli altri è applicata una tariffa di 8,99 euro. Secondo quanto si desume dalla pagina del sito di Prime dedicata al servizio, sarebbero circa un milione i prodotti idonei per la consegna in giornata. Ad aprile Jeff Bezos, nella propria lettera annuale agli azionisti, aveva scritto che Prime ha ormai raggiunto oltre i 100 milioni di utenti e che la spesa media sul sito di e-commerce tra gli abbonati che pagano 99 dollari l’anno per il servizio è di 1.300 dollari. Nella giornata di giovedì 11 maggio Amazon ha però annunciato che il prezzo annuale dell’abbonamento a Prime salirà negli Stati Uniti a 119 dollari. Nel 2015, quando Prime venne introdotto negli Usa, costava 79 dollari: in quattro anni il prezzo è aumentato di ben 40 dollari. L’attuale tariffa italiana va dunque guardata come un posizionamento di lancio. Oggi di fatto l’aumento del costo negli Usa paga gli investimenti necessari ad allargare la base di abbonati di Prime nel resto del mondo. Non a caso il prezzo dell’abbonamento mensile negli Usa è di 12,99 dollari, contro i 10,99 dollari precedenti, il che su 12 mesi porta la spesa a 156 dollari per chi preferisce frazionarla. La domanda allora non è tanto come fa Amazon a proporre in Italia quel prezzo (semplice, lavora deliberatamente in perdita) ma per quanto ancora lo vorrà mantenere…


ARTICOLI CORRELATI