Coop Adriatica: presentato il progetto di recupero del Mercato coperto di Bologna. Un investimento da 4,8 milioni di euro

 

Bologna – Un punto vendita che ricorda una grande piazza, dove trovano  posto produzioni e aziende di qualità. Il tutto su una superficie di 730 mq, sviluppata su tre livelli. E’ questo il progetto di Coop Adriatica per il rilancio dell’antico mercato coperto di Bologna che riaprirà nell’autunno 2013. Il piano è stato presentato questa mattina, alla presenza dell’assessore al Commercio e attività produttive del Comune di Bologna Nadia Monti, del direttore generale dell’azienda Usl Francesco Ripa di Meana e del presidente di Coop Adriatica Adriano Turrini. L’edificio ottocentesco è di proprietà dell’Azienda Usl di Bologna, che ne aveva affidato il progetto di restauro e rilancio a una società locataria, Mac. Lo scorso aprile, Coop Adriatica ha acquisito Mac, subentrando nella convenzione per l’intervento di ripristino e la successiva gestione per 12 anni dello spazio. Il progetto di riqualificazione richiederà investimenti per 4,8 milioni di euro, di cui circa 4 milioni a carico di Coop Adriatica e 800 mila a carico dell’Azienda Usl. I lavori partiranno a luglio e dureranno circa un anno. Il rilancio coinvolgerà produttori locali di alta qualità, piccoli negozianti e partner come Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna, Eataly, Granarolo, Grandi Salumifici Italiani, Alce Nero, Libera Terra. Anche Coop proporrà eccellenze alimentari con i prodotti Fior Fiore e quelli Libera Terra, realizzati sui terreni confiscati alla mafia. (NC)