Dalla Germania un confezionamento per il food a base di scarti agricoli

Berlino (Germania) – Un nuovo materiale per il packaging alimentare. Ricavato dagli scarti agricoli. Lo hanno presentato le due aziende tedesche Zelfo Technology e Upgrading, che hanno sviluppato e effettuato una produzione prova di un pack a base di cellulosa micro e nano fibrillata (M/Nfc), ottenuta dalla paglia del grano. Un materiale che, oltretutto, può essere ricavato dalla maggior parte degli scarti provenienti dalle colture a base di fibre e che non necessita di additivi, perché le fibre sono ‘autoleganti’. Le confezioni di prova sono solide e flessibili allo stesso tempo, con una superficie liscia e possono essere colorate attraverso l’utilizzo di tinture non tossiche. Il sistema porterebbe chiari benefici di risparmio ecologico e, anzi, concrete possibilità di trasformare in ricavi i residui provenienti dalle coltivazioni.


ARTICOLI CORRELATI