Faro Antitrust sui pdv Sma venduti a Carrefour Italia

Roma – L’Antitrust ha aperto un’istruttoria sull’acquisizione da parte di Carrefour Italia (proprietaria di Gs e, tramite questa, della società Di per Dì) di 28 punti vendita detenuti da Sma e Società generale distribuzione, entrambe controllate da Margherita Distribuzione, a sua volta controllata da Bdc Italia, partecipata al 51% da Conad e al 49% da Wrm di Raffaele Mincione. I rami di azienda oggetto di acquisizione sono 28 punti vendita situati in Lombardia, costituiti da otto supermercati, di cui cinque localizzati in provincia di Milano e i restanti in provincia di Brescia, Lecco e Mantova; 20 superette, di cui 18 ubicate nella provincia di Milano e 2 in provincia di Sondrio. In alcune aree, spiega il bollettino dell’Agcm, “si ritiene che il livello aggregato delle quote raggiunte (sia in termini di fatturato che di numerosità dei punti vendita), l’incremento di quota di mercato e la distanza con il secondo operatore rendano necessario uno specifico approfondimento delle dinamiche concorrenziali in ambito istruttorio, al fine di verificare se l’operazione in esame possa ostacolare in modo significativo la concorrenza effettiva, a danno dei consumatori, determinando il rafforzamento o la costituzione di una posizione dominante. Ciò anche in considerazione della circostanza che i punti vendita target, tutti rappresentati da superette precedentemente gestite con l’insegna ‘My Auchan’, appaiono essere il concorrente più prossimo dell’acquirente, il quale opera a Milano mediante una rete di punti vendita prevalentemente rappresentata da negozi di prossimità appartenenti alla catena Carrefour Express”. In alcuni casi, la quota di mercato di Carrefour per numeri di pdv supererebbe il 60%. 


ARTICOLI CORRELATI