Sutter, presidente Ibc (2): “Articolo 62 è una norma inderogabile. E da estendere ai comparti non alimentari”

Milano – Al centro dell’intervento del presidente di Ibc (Industria dei beni di consumo), Aldo Sutter (nella foto), nel corso dell’assemblea annuale dell’Associazione in scena a Milano, non poteva mancare il riferimento all’articolo 62. La posizione a riguardo è netta: “Le norme su pagamenti e relazione commerciali sono inderogabili. A due anni dall’entrata in vigore si sono riscontrati vantaggi significativi su pagamenti e certezza dei flussi”. Sutter non dribbla la scomoda presenza di variazioni sul tema: “C’è un concerto di posizioni, che parte da Confindustria e arriva fino alla Gdo, che vorrebbe indebolire o addirittura abrogare l’articolo 62. Siamo pronti a intervenire per evitare questi tentativi e contribuire alla difesa della normativa, che deve invece essere estesa anche alle merceologie non alimentari”. Recenti interventi istituzionali danno forza alla posizione espressa da Sutter: “Abbiamo accolto con grande favore la presa di posizione del Consiglio di Stato sull’art. 62 e la richiesta da parte dell’Antitrust di strumenti per rafforzare il contrasto alle pratiche commerciali sleali. Ma c’è anche un dialogo costruttivo con Adm (Associazione distribuzione moderna, ndr) per il miglioramento della filiera e una moralizzazione del nostro fare business”.


ARTICOLI CORRELATI