Ucima: fatturato a 6,197 miliardi di euro, nel 2015, per il packaging italiano

Baggiovara (Mo) – Con un giro d’affari da 6,197 miliardi di euro, il comparto delle macchine per il packaging chiude il 2015 in lieve flessione (-0,4%) sul 2014. Questi i dati comunicati nel corso della conferenza stampa annuale di Ucima, tenutasi oggi nella sede in provincia di Modena. Il mercato italiano cresce del 2%, per un valore di 1,194 miliardi di euro (19,3% del totale). Realizzato in export l’80,7% del fatturato (oltre 5 miliardi di euro), con Stati Uniti, Francia, Germania, Cina e Turchia quali principali destinatari. L’industria del beverage rappresenta una quota del 29,1%, seguito dal 28,5% dell’alimentare. Il presidente Enrico Aureli ha spiegato: “Nei primi tre mesi del 2016 è proseguita la frenata in alcuni importanti mercati di sbocco. Tali cali, solo in parte compensati da buone performance in altri paesi, hanno determinato una contrazione del 10% nel nostro export. Risulta però in crescita la raccolta ordini nei primi quattro mesi dell’anno e siamo fiduciosi di riuscire a migliorare i risultati raggiunti a fine 2015”. Secondo l’analisi previsionale ‘Cubo’ sulla domanda mondiale di macchine packaging, realizzata dal Centro Studi Ucima, alla fine del prossimo triennio il valore del mercato mondiale raggiungerà i 42,7 miliardi di euro, con una crescita annua stimata del 5,4%.

In foto: la platea di imprenditori alla conferenza di Ucima

 


ARTICOLI CORRELATI