Pernigotti torna in crisi: salta il contratto preliminare

Novi Ligure (Al) – Stop alle trattative per Pernigotti. Secondo il quotidiano di Alessandria ilpiccolo.net, la cooperativa Spes ha riferito che i Toksoz – proprietari dell’azienda dolciaria con sede a Novi Ligure (Al) – avrebbero deciso di recedere dal contratto preliminare già firmato. Con il quale la divisione gelati sarebbe stata ceduta all’imprenditore Giordano Emendatori, mentre il ramo cioccolato e torrone proprio alla Spes. La stessa cooperativa torinese si è detta sconcertata:”É una doccia fredda” e ha ipotizzato che la decisione derivi “dall’impossibilità di addivenire alla definizione contrattuale con Giordano Emendatori”, lo stesso motivo per cui è saltato il tavolo di mercoledì al Mise. “Fino a qualche giorno fa gli advisor e i legali di entrambe le società hanno lavorato per arrivare alla stesura definitiva del contratto”, che avrebbe dovuto essere firmato lunedì 30 settembre. “Certo avevamo capito, pur non ricevendo nessuna informazione ufficiale, che l’accordo tra Emendatori e Pernigotti fosse compromesso”, ha dichiarato Antonio Di Donna, presidente di Spes, al piccolo.net, “ma speravamo che si trovasse una soluzione e che comunque l’accordo tra Pernigotti e Spes, non avendo evidenziato criticità, si potesse chiudere nel rispetto degli impegni sottoscritti”. E prosegue:”Sono profondamente deluso e dispiaciuto, il progetto di Spes avrebbe potuto rilanciare il sito produttivo, con l’assunzione di tutto il personale”. Maggiori chiarimenti potrebbero emergere dall’incontro del 2 ottobre al Mise, sempre che la proprietà non dia nuovamente forfait.


ARTICOLI CORRELATI