Stackit, anche Lidl punta sul cloud

Neckarsulm (Germania) – Secondo quanto riportato da Handelsblatt, quotidiano finanziario di Düsseldorf, una ricerca realizzata dalla Landesbank Baden-Württemberg su aziende tedesche di medie dimensioni ha dimostrato che la pressione sulla digitalizzazione è aumentata in maniera esponenziale durante l’emergenza da Covid-19. Nello specifico, soprattutto a causa del forzato smart working, sembra che mentre prima molti ritardavano il passaggio al cloud, ora sono in tanti a voler ripensare la struttura It del proprio business. È in quest’ottica che il gruppo Schwartz, proprietario delle catene retail Lidl e Kaufland, ha lanciato la propria piattaforma cloud, chiamata Stackit, con l’intenzione di trasformare completamente l’It per essere pronto per nuovi modelli di business, fornendola poi ad altre aziende tedesche. I servizi proposti (al momento ancora in beta) spaziano dalle macchine virtuali a storage e database gestiti, dai framework di sviluppo al load balancing.


ARTICOLI CORRELATI