Accordo Froneri: chiude lo stabilimento, incentivi per i lavoratori licenziati

Parma – Dopo due mesi di contrattazioni arriva l’accordo fra sindacati e Froneri. Chiude lo stabilimento di via Berenini a Parma e per i 120 lavoratori coinvolti (di cui 8 a Milano) sono previsti incentivi all’esodo, in aggiunta all’indennità sostitutiva del preavviso di licenziamento. L’esito arriva dopo l’ennesimo incontro al ministero dello Sviluppo economico, tenutosi ieri a Roma. “L’accordo prevede l’erogazione di un sostegno di natura economica”, si legge in un comunicato dell’azienda, “e un percorso a fini di outplacement”. La Froneri Italy, joint venture fra Nestlé e R&R, “può ora intensificare il programma finalizzato agli investimenti nel sito produttivo di Ferentino (Frosinone), coerentemente con la scelta di impegno sul mercato italiano più volte dichiarata negli ultimi mesi”. I sindacati sottolineano che la lotta dei lavoratori “ha permesso di ottenere un dignitoso piano sociale. Si è convenuto un percorso di aiuto alla ricollocazione, anche per gli stagionali. In più Froneri si è obbligata a riconoscere, in caso di vendita dello stabilimento, un diritto di precedenza alla riassunzione per i lavoratori licenziati”. Regione e Comune hanno invece commentato: “Un danno al territorio, ora il nostro unico obiettivo è quello di trovare una collocazione a chi ha perso il lavoro”.