Accordo Italia-Cile per nuove opportunità d’interscambio e investimento

Roma – Sace e Banco de Chile hanno firmato un accordo destinato a espandere le opportunità d’interscambio e investimento fra l’Italia e il paese latino americano. “Il Cile si conferma uno dei mercati a maggior potenziale per molte filiere in cui il made in Italy ha maturato competenze straordinarie”, ha affermato l’Ad di Sace, Alessandro Castellano. Nel 2014 l’export italiano nel Paese si attestava a 869 milioni di euro, in aumento tendenziale del 18% nei primi sei mesi del 2015. Il principale settore è quello della meccanica strumentale (44,7% del totale), in cui le imprese italiane trovano maggiori opportunità e ampi margini di sviluppo data la carente produzione locale. In particolare, l’Italia esporta macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l’imballaggio, per l’agricoltura e per l’industria food & beverage.