Agcm: tutti i dettagli delle sanzioni alle catene Gdo per il reso a carico dei panificatori

Roma – Sono stati resi noti, dall’Antitrust, tutti i dettagli delle sanzioni comminate alle catene Gdo per il reso a carico dei panificatori (leggi qui). “Le condotte commerciali poste in essere costituiscono, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, violazione dell’articolo 62, comma 2, lettere a)  ed e) del Dl 1/2012, così come interpretato anche ai sensi dell’art. 4, comma 1, del Decreto di attuazione”, si legge nel bollettino n. 28 pubblicato oggi, all’interno dei diversi provvedimenti. Elencati anche i differenti importi richiesti (massimi edittali): 20mila euro in solido ad Auchan e a Sma; 50mila euro a Esselunga; 50mila euro in solido a Eurospin Italia, Spesa Intelligente, Eurospin Lazio, Eurospin Puglia ed Eurospin Tirrenica; 50mila euro in solido a Carrefour Italia, Ssc Società Sviluppo Commerciale, Gs e Di Per Di. Per quanto riguarda i totali comminati a Coop Italia e Conad – rispettivamente di 220mila e 290mila euro – le sanzioni sono suddivise per società: 50mila euro in solido ad Alleanza 3.0 e Centrale Adriatica; 50mila euro a Unicoop Firenze; 50mila euro a Coop Centro Italia; 50mila euro a Unicoop Tirreno; 20mila euro in solido a Coop Lombardia, Nova Coop, Coop Liguria e Consorzio Nord Ovest; oltre a 50mila euro a Pac2000A; 20mila euro a Conad del Tirreno; 50mila euro a NordiConad; 50mila euro a Commercianti Indipendenti Associati; 50mila euro a Commercianti Indipendenti Associati; 50mila euro a Conad Centronord; 50mila euro a Conad Adriatico; 20mila euro a Dettaglianti Alimentari Organizzati. Le sanzioni amministrative irrogate devono essere pagate entro il termine di 30 giorni dalla notificazione del provvedimento, che può essere impugnato presentando ricorso al Tar del Lazio.


ARTICOLI CORRELATI