Avis Bergamo: presentato lo studio “Smaschera la celiachia”

Bergamo – La celiachia ha un’elevata frequenza in Italia, pari ad un soggetto ogni 100/150 persone, con rapporto maschi/femmine di 1 a 3 e, nel caso non venga trattata, induce a carenze di varie sostanze indispensabili all’organismo, tra le quali soprattutto il ferro. E’ questa una delle principali considerazioni dello studio “Smaschera la celiachia”, condotto da Avis provinciale Bergamo e pubblicato oggi in estratto dal quotidiano La Repubblica. La frequenza della celiachia nei donatori di Bergamo è risultata di circa uno su 212 soggetti, la metà della popolazione generale. Si tratterebbe di un dato comunque elevato considerando che il campione di persone posto sotto esame risulterebbe ‘sano’: 20 sono risultati asintomatici ma con test lievemente positivi, a cui è stato consigliato un controllo a 6/12 mesi, a dieta libera; mentre più di 3mila donatori sono risultati con uno o entrambi gli anticorpi anti glutine positivi, ma con test di conferma (ricerca degli anticorpi antiendomisio) negativo. La ricerca Avis completa verrà presentata a Bergamo il prossimo 21 ottobre nel corso della conferenza “La faccia nascosta della dieta mediterranea: quando il glutine fa male alla salute”.

(ST)


ARTICOLI CORRELATI