Bellanova accusata dai 5 Stelle: 40 milioni per la Xylella al suo segretario

Roma – Sono accuse pesanti quelle che, nella giornata di lunedì, sono state mosse da Barbara Lezzi (M5S) verso il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Teresa Bellanova. La senatrice pentastellata, ex ministro per il Sud, ha commentato su Facebook il piano di rigenerazione a sostegno dei territori colpiti da Xylella: “Non l’ho letto, ma le indiscrezioni ci danno cattive notizie che mi auguro vengano prontamente smentite. […] Se è vero che l’attuale ministro abbia intenzione di ‘distrarre’ dagli agricoltori 40 milioni di euro a favore di Gal e Dajs (Gruppo d’azione locale e Distretto agroalimentare di qualità Jonico Salentino, ndr), è bene precisare che il suo segretario particolare ne è amministratore”. Bellanova ha replicato in serata con una nota: “Le offensive dichiarazioni della senatrice Lezzi non hanno il benché minimo fondamento”. Il piano per la rigenerazione olivicola della Puglia attraverso i Gal, approvato nel febbraio 2019 firmato dal Ministro Gian Marco Centinaio è frutto di concertazione, prosegue il ministro, e “già prevedeva interventi attuati attraverso i Gal e fondi nazionali per il contratto di distretto Xylella”. “Si comprende l’attitudine della Senatrice Lezzi, dalla siderurgia alla Tap, di buttarla in caciara, provocando danni serissimi al territorio e nella percezione della realtà nell’opinione pubblica. Ma c’è un limite a tutto”, conclude la nota.


ARTICOLI CORRELATI