Calzolari (presidente BolognaFiere): “I campanili sono il passato. Puntiamo su triangolo Milano, Padova e Bologna”

Bologna – All’inaugurazione di due nuovi padiglioni fieristici (29 e 30) di BolognaFiere, parte di un piano di investimenti di 138 milioni entro il 2024, il presidente Gianpiero Calzolari rilancia l’idea di “creare un competitor fieristico di calibro internazionale capace di confrontarsi con Colonia, Francoforte e Parigi. La competizione si gioca sulla qualità dei quartieri e dei servizi, i campanili sono storia del passato”. Prosegue Calzolari: “Dobbiamo condividere, non dividere la forza industriale del nuovo triangolo economico che unisce Milano, Padova e Bologna”. Gli fa eco Virginio Merola, sindaco di Bologna, che guarda con interesse alle possibili nozze tra Milano e Bologna: “Siamo disponibili a collaborare in Regione, ma questo deve avvenire tenendo presente il quadro di una fiera che è la seconda in Italia e con grande respiro internazionale. Non siamo e non saremo noi a limitare gli orizzonti della Fiera e ad ostacolare la strada di sviluppo intrapreso”.