Coldiretti Lombardia: interdetto dall’attività imprenditoriale il presidente Paolo Voltini

Cremona – Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Lombardia, è stato interdetto dall’attività imprenditoriale per dodici mesi. Una misura che vale anche per la carica di presidente della confederazione lombarda e del Consorzio agrario di Cremona. I carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Cremona e personale della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica hanno infatti dato esecuzione alla misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Cremona. I fatti risalgono al 2015, ma le indagini sono iniziate quattro anni dopo, a seguito della denuncia presentata da un ex dipendente del Consorzio agrario. Voltini avrebbe minacciato e rimosso persone non gradite, e avrebbe cercato anche di condizionare le indagini. Il provvedimento del Gip, si legge nelle carte dell’inchiesta, deriva dal “fondato pericolo che Voltini – se non interdetto anche dall’esercizio della presidenza di Coldiretti – possa esercitare la propria forza intimidatoria nei confronti di dipendenti del Consorzio, proprio avvalendosi della carica e dei poteri che gli derivano dalla presidenza di tale associazione”. Voltini ha dichiarato di avere “la piena fiducia nel lavoro della magistratura, confortato dalla consapevolezza di aver agito nel rispetto delle leggi e nell’interesse del Consorzio agrario di Cremona”.


ARTICOLI CORRELATI