Confagricoltura/Guidi: “Restituiamo alla politica agricola un indirizzo produttivista”

“Lo squilibrio delle quotazioni non giova ai mercati e mette a rischio la redditività delle imprese agricole, con possibili conseguenze a medio termine sui prezzi finali dei beni alimentari”. E’ quanto ha affermato ieri il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi (foto), in una lettera indirizzata al premier Mario Monti e al ministro delle Politiche agricole Mario Catania, con l’obiettivo di limitare l’uso dei derivati sulle commodity agricole e restituire alla politica agricola comune un indirizzo produttivista. In vista del G-20 straordinario sulla crisi alimentare, che potrebbe già essere convocato all’inizio della prossima settimana per fare il punto sull’emergenza climatica che sta decimando i raccolti e infiammando le quotazioni mondiali di cereali e semi oleosi, Guidi ha poi richiesto al Governo di attivarsi per evitare una nuova bolla dopo quella del 2008. (ST)

 


ARTICOLI CORRELATI