Crisi Ferrarini: l’azienda smentisce l’aggravarsi della situazione

Reggio Emilia – In merito alla notizia sull’aggravarsi della crisi di Ferrarini, pubblicata ieri su Milano Finanza e rilanciata oggi sul nostro sito (leggi qui), riceviamo e pubblichiamo la seguente smentita: “Abbiamo appreso da Milano Finanza ieri, e poi da alcuni siti che riprendono la notizia, di ipotesi di aggravamento della crisi  prive di ogni fondamento ed in contrasto con il reale andamento del Piano in continuità. Notizie basate su ipotesi e illazioni per le quali nessun giornalista ha verificato con l’azienda la veridicità delle fonti e delle informazioni contenute. Abbiamo dato mandato all’avvocato prof. Giulio Garuti di valutare l’opportunità di proporre querela riguardo l’articolo pubblicato su Milano Finanza in data odierna e tutti quelli collegati che lo riprendono. L’azienda, a meno di due mesi dall’ammissione del concordato in continuità, è ripartita al 100% della capacità produttiva degli stabilimenti di Reggio Emilia e Langhirano  e in piena occupazione senza l’utilizzo di ammortizzatori. Prosegue infatti secondo le previsioni il percorso di continuità aziendale previsto dal piano industriale e dalla proposta concordataria presentata e dichiarata ammissibile dal tribunale di Reggio Emilia. I riscontri ottenuti sul mercato ci stanno consentendo una redditività allineata al piano industriale e il lancio di nuovi prodotti premium  come il Cotto Storico sta conseguendo un grande apprezzamento del mercato”.


ARTICOLI CORRELATI