DIRETTA EUROCARNE
Veronafiere, Riello: “Internazionalizzare è la nostra priorità”

Verona – E’ andata in scena oggi, alle 10,30, la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2012 di Eurocarne (foto). Molte le novità della kermesse, vetrina per 315 espositori, il 28% dei quali provenienti dall’estero. Presenti all’evento Ettore Riello, presidente di Veronafiere, Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, Emilia Arosio, presidente Eurocarne 2012 e presidente Assofoodtec, Guido Corbella, amministratore delegato Ipack-Ima e Paolo Pizzoccaro, exibition manager di Eurocarne.”Gli obiettivi di questa edizione di Eurocarne, basati sugli input ricevuti dallo Steering Committee di cui fanno parte i rappresentati leader degli espositori e dei visitatori, sono quelli di una maggiore internazionalizzazione sul versante dei visitatori”, ­sottolinea Guido Corbella, amministratore delegato di Ipack-Ima, organizzatrice dell’evento insieme a Verona Fiere. Gli fa eco Ettore Riello, presidente di Veronafiere e in passato al vertice di Anima, la Federazione delle associazioni nazionali dell¹industria meccanica varia ed affine:”È per questo che Eurocarne 2012 ha investito fortemente sull’estero, grazie anche al traino di Veronafiere in chiave di internazionalizzazione e di una leadership acquisita nelle manifestazioni rivolte all¹agroalimentare”. Giovanni Mantovani ha rimarcato il ruolo internazionale della fiera: “Un’attenta selezione dei buyer ci ha permesso di ospitare paesi emergenti. In grado di rispondere compiutamente alla richiesta di tecnologia nel segmento alimentare”. Emilia Arosio ha invece confermato l’importanza della fiera: “In un momento di particolare difficoltà economica, Eurocarne si presenta come un punto di riferimento privilegiato per l’industria alimentare italiana”. Da ultimo, Paolo Pizzoccaro si è soffermato sul ruolo strategico di Eurocarne: “Con i suoi 315 espositori costituisce ormai un punto fermo nel panorama fieristico internazionale”. Nel corso della conferenza stampa, inoltre, il professor Jacopo Mattei, dell¹Università Bocconi di Milano, ha presentato la ricerca condotta da Food-Tech Lab sulla struttura dell’industria della lavorazione delle carni.
(Nella foto, da sinistra: Guido Corbella, Giovanni Mantovani, Emilia Arosio, Ettore Riello, Jacopo Mattei e Paolo Pizzocaro)
(AR)