Eridania Sadam e Cantine Foraci insieme: nasce la new.co Naturalia Ingredients

Mazara del Vallo (Tp) – E’ stato inaugurato oggi, a Mazara del Vallo (Tp), il primo impianto al mondo per la produzione di zuccheri d’uva in forma cristallina, totalmente naturali e della massima purezza. Protagonisti dell’innovativo progetto sono Eridania Sadam, sub holding del comparto alimentare e agroindustriale del Gruppo Maccaferri di Bologna e Cantine Foraci, storica azienda siciliana specializzata nella produzione di vini, mosti e succhi derivati dall’uva esportati in tutto il mondo. Che, insieme, attraverso a una joint-venture, hanno dato vita alla new.co Naturalia Ingredients. Il progetto introduce un’innovazione, protetta da un brevetto internazionale, per l’industria in diversi settori (food&beverage, nutraceutico, cosmesi, vinicolo), e dà vita a una filiera integrata che valorizza e salvaguarda un grande patrimonio viticolo. Naturalia Ingredients intende affermarsi come azienda leader nella produzione e commercializzazione di zuccheri naturali provenienti dalla lavorazione dell’uva. Un target ambizioso, raggiungibile grazie alla sinergia tra il know-how tecnico e impiantistico di Eridania Sadam, maturato attraverso la controllata Sadam Engineering, e la sua conoscenza del mercato food&beverage, con la profonda esperienza di Cantine Foraci nella gestione della filiera dell’uva e nel settore vitivinicolo. Il nuovo stabilimento si sviluppa su una superficie pari a 30mila mq circa e vanta una capacità produttiva, a pieno regime, di 9mila tonnellate annue circa di zuccheri cristallini. L’inizio dell’attività è previsto per luglio 2012 e coinvolgerà inizialmente 12 addetti, che, progressivamente, saliranno a 20 per coprire tre turni giornalieri e un ciclo di produzione annuo continuo. Il totale investimento, completato nel biennio giugno 2010 – giugno 2012, è di 16 milioni di euro. Naturalia Ingredients nasce per realizzare anche un obiettivo più ampio e di forte impatto sul tessuto economico e sociale siciliano: creare una filiera integrata attraverso la costruzione di relazioni commerciali di lungo periodo con i produttori viticoli. Due le direttrici perseguite: la valorizzazione, il recupero e la salvaguardia dell’attuale patrimonio viticolo strutturato per la produzione di uve da vino; la creazione di nuovi impianti viticoli di uve da tavola altamente meccanizzati e con elevate prospettive produttive. Da qui la sperimentazione in campo di varietà di uva da tavola coltivate secondo criteri orientati a una gestione fortemente meccanizzata. (NC)


ARTICOLI CORRELATI