Esselunga, cda approva bond da 900 milioni di euro

Milano – Il consiglio di amministrazione di Esselunga ha deliberato di procedere con l’emissione di un prestito obbligazionario, quotato presso un mercato regolamentato, al fine di rimborsare il prestito acceso per l’acquisizione del 67,5% di La Villata Partecipazioni, società che possiede 83 immobili strumentali alle attività aziendali. Arriva così la conferma delle indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi. La catena ha dato mandato a Banca Imi, Citi, Mediobanca e Unicredit, in qualità di Joint Bookrunner, di organizzare il roadshow di presentazione dedicato a investitori istituzionali europei. La prima tappa sarà giovedì 12 ottobre a Milano, per poi toccare le principali piazze finanziarie europee e chiudersi il 17 ottobre a Parigi. A rappresentare la società saranno l’amministratore delegato, Carlo Salza, il direttore finanziario Stefano Ciolli e il direttore commerciale Gabriele Villa. L’insegna ha appena ottenuto il riconoscimento del rating da Moody’s e Standard&Poor’s (rispettivamente Baa2- e BBB-).