ESTERI
Allarme siccità/2: le previsioni dell’Usda per l’annata agraria 2012/2013

Washington (Usa) – Le nuove previsioni per l’annata agraria 2012/2013 indicano una flessione produttiva mondiale più marcata rispetto alla precedente stima. Per quanto riguarda il frumento tenero, i cali produttivi registrati a luglio (-4,2%) sono da attribuirsi alla diminuzione dei raccolti in Russia per le minori superfici coltivate e in Kazakhstan, dove la flessione produttiva è causata dalla siccità registrata nel mese di giugno. Secondo le stime dello United States Department of Agriculture (Usda), i consumi sono in calo, intorno a 680 milioni di tonnellate. In flessione soprattutto gli utilizzi per l’alimentazione animale pari a 130 milioni di tonnellate, -11,4% rispetto all’annata agraria 2011/2012. Anche le stime della produzione mondiale di mais sono state riviste a ribasso: produzione a circa 905 milioni di tonnellate (-44,7 milioni di tonnellate rispetto ai 949,9 milioni di tonnellate previste a giugno), ma comunque in aumento rispetto all’annata 2011/2012 (+3,6%). La flessione è legata al calo dei raccolti negli Usa. L’Usda stima che i consumi mondiali di mais saranno di circa 900 milioni di tonnellate (-23 milioni di tonnellate rispetto alle precedenti stime, ma in crescita del 3,7% rispetto all’annata 2011/2012). Dovrebbero, secondo le stime, diminuire dell’1,4% i raccolti di orzo, soprattutto a causa delle flessioni produttive che si registreranno in Australia, Russia e Ucraina. Migliore, invece, la produzione di orzo di Stati Uniti, Canada e Unione Europea. Per quanto riguarda invece le previsioni sulla soia, l’Usda indica una produzione di circa 267 milioni di tonnellate, in calo di 3,8 milioni rispetto alle stime realizzate a giugno, ma comunque ancora superiore del 13,3% rispetto all’annata in corso. (ST)


ARTICOLI CORRELATI