European Chicken Commitment: cresce il numero di aziende aderenti al progetto

Roma – Continua a crescere il numero delle aziende che aderiscono all’European Chicken Commitment, il progetto europeo volto a preservare il benessere animale all’interno degli allevamenti avicoli. Tra le ultime ad annunciare il proprio interesse in questo senso, segnaliamo l’insegna francese Système U, che si impegna a garantire che il 100% della carne di pollo a proprio marchio, sia fresca che congelata, e dei prodotti trasformati contenenti oltre il 50% di carne di pollo soddisfino i criteri stabiliti dallo European Chicken Commitment entro il 2026. A ottobre, anche Auchan (seguendo le orme di Intermarché e Monoprix), ha sottoscritto il protocollo col quale si impegna, sempre entro il 2026, a raggiungere condizioni di allevamento maggiormente rispettose del benessere dei polli per il 100% di carne fresca, congelata e processata venduta a proprio marchio in tutti i punti vendita in Francia. Anche nel mondo della ristorazione il problema è particolarmente sentito. Negli ultimi mesi alcune aziende leader del settore a livello globale hanno aderito al progetto: segnaliamo KFC, che ha sottoscritto lo European Chicken Commitment in Irlanda, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio, Svezia e Germania; Aramark, che ha esteso l’impegno preso nel 2016 negli Usa e in Canada a tutte le proprie operazioni in Europa; Casual Dining Group, tra i maggiori gruppi di ristorazione nel Regno Unito, e Compass Group, una delle principali aziende di ristorazione collettiva.


ARTICOLI CORRELATI