Fiere di Parma, bilancio 2016: l’utile netto supera i sette milioni di euro

Parma – L’assemblea dei soci di Fiere di Parma ha approvato il bilancio consolidato 2016, che evidenzia un risultato record, per l’Ente: l’utile netto, infatti, supera i sette milioni di euro. Questa performance pone Fiere di Parma al vertice della graduatoria, tra le società fieristiche, per redditività del business. Il bilancio consolidato 2016, approvato il 16 maggio, mostra un fatturato aggregato di 39 milioni di euro ed un Ebidta di 14,4 milioni, tre dei quali dovuti ad operazioni straordinarie. Tutti gli indicatori economici e patrimoniali sono in positivo e confermano un trend che dura dal 2008, anno nel quale Fiere di Parma ha varato e realizzato un nuovo progetto industriale e un piano di investimenti da 85 milioni di euro, a fronte del quale oggi si trova con un indebitamento residuo di soli 20 milioni di euro. Contribuiscono al risultato 2016 tutti i prodotti in portafoglio, con crescite che vanno dal +5% di Mercante in Fiera al +30% di CibusTec; migliorano ulteriormente i costi del personale, che scendono all’11%, cioè quasi la metà della media del settore, che si attesta intorno al 20%. Antonio Cellie (foto), Ceo di Fiere di Parma, ha ringraziato gli azionisti per la fiducia, spiegando che: “Senza una governance così efficace e coesa raggiungere questi risultati sarebbe stato impensabile”.


ARTICOLI CORRELATI