Goglio e Università di Saragoza insieme per la ricerca sul packaging

Induno Olona (Va) – Oltre 150 operatori del settore packaging provenienti da tutta Europa si sono riuniti, venerdì 19 aprile, nell’ambito del progetto Safemtech. L’incontro è nato con l’obiettivo di analizzare le interazioni tra imballaggio e prodotto e di sviluppare pack “intelligenti” e modulati rispetto al contenuto. Il progetto è finanziato dalla Comunità europea, all’interno del progetto Iapp – Marie Curie Fellowship, e vanta la collaborazione della società Goglio, multinazionale leader nella produzione di imballaggi flessibili per alimenti, e del gruppo Goia dell’Università spagnola di Zaragoza. Gli interventi si sono focalizzati su Paa, Nias e “active packaging”. A breve è prevista un’ulteriore sessione in cui gli studiosi presenteranno la seconda parte dei lavori, in vista della chiusura del progetto. (MC)


ARTICOLI CORRELATI