Gruppo Bonazza: fatturato a 50 milioni di euro nel 2018 (+5%)

Ponzano Veneto (Tv) – Il Gruppo Bonazza chiude il 2018 con un fatturato record di 50 milioni di euro e una crescita del 5% rispetto all’anno precedente. Resta decisiva la quota di Bechèr, fiore all’occhiello della famiglia Bonazza, che registra un incremento del 3% e un ricavato pari a 34 milioni di euro. Dati che attestano l’efficacia delle strategie di business messe in atto negli ultimi anni dall’azienda e che pone l’accento sulla solidità di un gruppo multibrand, con cinque stabilimenti tra le province di Treviso, Vicenza e Belluno. Oltre a Bechèr, specializzata nella lavorazione della carne suina per la produzione di coppe, pancette, cotti ed arrosti, e Bonazza specializzata nella produzione di wurstel, si aggiunge Unterberger, acquisita nel 2013 per la produzione dello speck, oltre a Salumificio Vicentino, specialista nella Soppressa Vicentina Dop. Per ampliare la capacità produttiva con nuove celle di stagionatura, è stato portato a termine un ampliamento presso il laboratorio di Ponzano Veneto, che ha permesso di raddoppiare la produzione del comparto stagionato raggiungendo 1.500 quintali a settimana. Tra i prossimi obiettivi del Gruppo, il potenziamento dei mercati esteri, che dimostrano già ottimi risultati in Portogallo, Canada, Polonia ed in particolare Gran Bretagna e Slovenia. “In pochi anni il brand ha fatto della ricerca e sviluppo di referenze sempre nuove il suo vero punto di forza ed oggi può contare su un’ampia varietà di prodotti privi di Ogm, derivati del latte e polifosfati”, dichiara Simone Bonazza, Ceo di Bechèr.

In foto, da sinistra: Simone Bonazza e Domenico Renzullo


ARTICOLI CORRELATI