Il ministro Teresa Bellanova in missione a Mosca

Mosca (Russia) – La titolare del ministero delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, è stata in Russia il 12 e 13 febbraio per rafforzare il dialogo e le attività di collaborazione nel settore agricolo tra i due paesi, nel tentativo di rivedere le misure nel 2014 relative all’embargo sui prodotti agroalimentari, valorizzando in particolare le nostre Indicazioni geografiche. I temi sono stati al centro di un colloquio tra la Bellanova e il ministro dell’Agricoltura della Federazione Russa, Dmitry Patrushev. “I rapporti di scambio con la Russia in campo agroalimentare sono buoni e stanno progressivamente recuperando i livelli pre-2014. Le forti complementarietà fra i sistemi agricoli dei nostri paesi e l’apprezzamento dei rispettivi consumatori per i prodotti di qualità offrono enormi possibilità per sviluppare l’interscambio, a vantaggio di entrambe le parti”, ha dichiarato la Bellanova nel corso del bilaterale. “A pagare il prezzo più alto delle misure restrittive, come spesso accade, sono quelli che non hanno colpe: le imprese agroalimentari italiane ed i consumatori russi che considerano le nostre produzioni di eccellenza un punto di riferimento dell’alimentazione di qualità”, ha sottolineato il ministro. E ancora “E’ arrivato il momento che tutti facciano un passo in avanti per raggiungere nuovi punti d’incontro, rivedendo le misure stabilite nel 2014 e superando l’embargo sui prodotti agroalimentari. “Per quanto riguarda in particolare il riconoscimento e la tutela delle Indicazioni geografiche, vorrei ricordare quanto sia utile il dialogo fra i rispettivi organismi di controllo”, ha aggiunto.


ARTICOLI CORRELATI