Il piano di Sala e Letta per Expo: allo Stato le quote della Provincia

Roma – Il governo sarebbe pronto ad acquisire le quote ora in possesso della Provincia di Milano all’interno della società Expo. Secondo le indiscrezioni riportate nelle pagine milanesi di Repubblica, proprio questo sarebbe stato l’argomento del colloquio che si è svolto ieri (29 ottobre) a Palazzo Chigi tra Giuseppe Sala (nella foto), Commissario unico per Expo 2015, e il Presidente del Consiglio Enrico Letta. Il piano, messo a punto da Sala, mirerebbe a scongiurare il buco da 60 milioni che si aprirebbe nel caso in cui Palazzo Isimbardi, causa casse vuote, decidesse di ridurre dal 10% al 0,5% le proprie quote all’interno della società di gestione. Il governo salirebbe così dal 40 al 50 per cento della società, risolvendo anche il problema che si potrebbe creare per l’imminente scomparsa delle Province, annunciata nei giorni scorsi dal Premier. Il governo investirebbe così in Expo -evento sempre più ‘nazionale’- quasi 900 milioni (non più 833 milioni). Ma dove troverebbe i nuovi fondi? La soluzione potrebbe venire sempre da Sala, il quale ha anche il compito di sorvegliare le infrastrutture da realizzare in vista del 2015. Il Commissario potrebbe infatti dirottare i fondi stanziati dal governo per opere che ad oggi non sono ancora state avviate (e che difficilmente potrebbero essere portate a compimento in tempo) sulla società di gestione.