Legge di bilancio: 600 milioni di euro in più per l’agricoltura

Roma – La legge di bilancio prevede lo stanziamento di 600 milioni di euro in più per l’agricoltura e una rete di misure che hanno come obiettivo la tutela del reddito degli operatori del settore primario. Le parole chiave di agricoltura e agroindustria nel nostro paese, secondo il ministro Bellanova, sono: giovani, donne, filiere, innovazione, investimenti, competitività, internazionalizzazione. “Con questa Legge di bilancio”, spiega la Bellanova, “l’agricoltura torna protagonista. Pur nelle condizioni date, delineiamo le traiettorie di marcia che adesso troveranno piena sistemazione nel collegato agricolo che presenteremo a fine gennaio. Lo dico in una battuta: se la priorità del paese si chiama lavoro, noi saremo in grado di corrispondervi sempre più rendendo centrali agricoltura e agroindustria. È di questa rilevanza strategica che stiamo parlando. Aver ottenuto 600 milioni in più per l’agricoltura è un segnale strategico”. Prosegue il ministro: “È importante aver mantenuto l’impegno a non aumentare le tasse agli agricoltori. Abbiamo cancellato l’Irpef agricola per il 2020 e quelle risorse potranno essere investire in crescita delle aziende; ci sono mutui a tasso zero per le imprenditrici in agricoltura; gli sgravi contributivi per le start up agricole aperte da giovani e interventi sulle emergenze cimice asiatica e xylella. E c’è grande attenzione alle filiere, alla competitività, all’innovazione. Una tastiera ampia che ha in radice una premessa: sostenibilità sociale, ambientale, economica”.


ARTICOLI CORRELATI